Rappresentazioni della diversità nei testi giovanili di Alice Ceresa

autori/autrici

  • Paola De Piante Vicin

DOI:

https://doi.org/10.5903/al_uzh-96

parole chiave:

Alice Ceresa, diversità, esclusione, appartenenza, differenza

abstract

Provenienza e famiglia forgiano l’individuo a tal punto che i personaggi dei testi giovanili di Alice Ceresa sono prigionieri della propria identità, dalla quale possono liberarsi solo attraverso fenomeni ultraterreni e il trasferimento di contesto e persone in una sfera surreale. Per l’indagine si è scelto il racconto breve Sabina e il fantasma, pubblicato nella rivista internazionale di letteratura Botteghe oscure del 1952 e consultabile oggi presso l’Archivio svizzero di letteratura di Berna, al centro del cui discorso ci sono svariate forme di diversità che fanno riflettere sulla contrapposizione tra appartenenza ed esclusione. Indagando le dinamiche relazionali che determinano tale contrapposizione, la lettura propone una prospettiva che metta in rilievo il rapporto dell’autrice con il luogo d’origine della sua famiglia, il Grigioni italiano. L’indagine di questo aspetto della poetica ceresiana è parte della ricerca legata alla tesi di dottorato dal titolo Identità di confine e plurilinguismo: letteratura dei Grigioni tra il 1945 e il 1990, a sua volta sezione del progetto SNF Uno spazio di esperienza – tre letterature. Letture della svolta nei Grigioni dopo il 1945.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Origin and family shape the individual to such an extent that the characters in Alice Ceresa's early works are prisoners of their own identity, from which they can only free themselves through otherworldly phenomena and the transfer of context and people into a surreal sphere. Sabina and the ghost, a short story published in the international literary magazine Botteghe oscure in 1952 and available today at the Swiss Literary Archives in Bern, focuses on various forms of diversity that make us reflect on the contrast between belonging and exclusion. By investigating the dynamics of the relations that determine this contrast, the reading offers a perspective that highlights the author's relationship with the place of origin of her family, the Italian Grisons. The investigation of this aspect of Ceresa’s poetics is part of the research linked to the doctoral thesis entitled "Border identities and plurilingualism: Grisons literature between 1945 and 1990", which is a section of the SNF project "A space of experience - three literatures. Readings of the turning point in Graubünden after 1945”.

##submission.downloads##

pubblicato

2024-07-08

come citare

De Piante Vicin, Paola. «Rappresentazioni Della Diversità Nei Testi Giovanili Di Alice Ceresa». Altrelettere, vol. 13, luglio 2024, doi:10.5903/al_uzh-96.