Margherita Costa a Parigi: La selva di Diana

autori/autrici

  • Daniela De Liso

DOI:

https://doi.org/10.5903/al_uzh-52

parole chiave:

Margherita Costa, poesia, Diana, proto-femminismo, sonetto, corte

abstract

Poetessa e virtuosa, Margherita Costa esercitò la sua poligrafia in molti generi letterari e pubblicò un considerevole numero di opere ancora oggi poco note. Il contributo vuole indagare la prima opera parigina della Costa, La Selva di Diana, pubblicata nel 1647, all’arrivo dell’autrice nella capitale francese. La Selva, che contiene testi composti nel periodo romano, dunque precedenti al soggiorno francese, avrebbe dovuto costituire il “lasciapassare” per la corte francese, che rappresentava per la poetessa un nuovo inizio. L’opera, dedicata alla principessa sabauda Cristina, sorella del re di Francia, è interamente “al femminile” e ibrida di continuo l’invenzione poetica con l’autobiografia.

##submission.downloads##

pubblicato

2021-11-16

come citare

De Liso, D. «Margherita Costa a Parigi: La Selva Di Diana». Altrelettere, novembre 2021, doi:10.5903/al_uzh-52.